Skip to main content

La storia della HanseYachts AG

Nel 1287 la città di Greifswald, sede della nostra azienda, entrò a far parte della Lega Anseatica, in tedesco “Hanse”: l’azienda prende il nome da questa alleanza instaurata tra commercianti e città a tutela del commercio e della navigazione marittima. La navigazione e la cantieristica navale danno sin da allora un’impronta caratteristica alla nostra regione. Con la fondazione della HanseYachts AG nel 1990 e l’avvio della produzione in un cantiere risalente al 1911 abbiamo portato avanti questa tradizione. La HanseYachts AG, che oggi riunisce sei marchi, nel corso del tempo è diventata uno dei maggiori costruttori di yacht a vela e a motore per la navigazione in alto mare prodotti in serie e di catamarani di lusso. Di seguito ricordiamo brevemente i momenti salienti della storia dell’azienda.Nel 1287 la città di Greifswald, sede della nostra azienda, entrò a far parte della Lega Anseatica, in tedesco “Hanse”: l’azienda prende il nome da questa alleanza instaurata tra commercianti e città a tutela del commercio e della navigazione marittima. La navigazione e la cantieristica navale danno sin da allora un’impronta caratteristica alla nostra regione. Con la fondazione della HanseYachts AG nel 1990 e l’avvio della produzione in un cantiere risalente al 1911 abbiamo portato avanti questa tradizione. La HanseYachts AG, che oggi riunisce sei marchi, nel corso del tempo è diventata uno dei maggiori costruttori di yacht a vela e a motore per la navigazione in alto mare prodotti in serie e di catamarani di lusso. Di seguito ricordiamo brevemente i momenti salienti della storia dell’azienda.

Acquisizione del costruttore di catamarani PRIVILEGE

Nel giugno 2019 la HanseYachts AG rileva il produttore francese di catamarani PRIVILEGE dalla Aurelius AG. L’acquisizione dell’azienda con sede a Les Sables d’Olonne comporta non solo l’ingresso nel segmento di mercato dei catamarani a vela e a motore, in forte crescita, ma anche un incremento del volume d’affari di oltre 30 milioni di euro all’anno.

Acquisizione del produttore di yacht a motore SEALINE

Con SEALINE, HanseYachts AG si assicura in portafoglio il secondo marchio di yacht a motore. Dopo l’acquisizione nel 2013 la gamma di SEALINE è stata completamente rinnovata e oggi comprende tre serie diverse per un totale di nove modelli. Negli ultimi tre esercizi finanziari SEALINE ha raddoppiato il proprio fatturato.

Acquisizione di HanseYachts AG da parte di Aurelius

Nel 2011 la Aurelius AG acquisisce la quota di maggioranza della HanseYachts AG. Oggi detiene il 76,77% delle azioni della società. La rimanente percentuale di azioni, del 23,23%, è disponibile per la negoziazione. Poco dopo l’acquisizione sono state avviate numerose misure volte ad assicurare all’azienda stabilità e redditività sul lungo periodo.

Acquisizione del marchio di yacht a vela DEHLER

Nel 2009 HanseYachts AG acquisisce DEHLER, leader mondiale nel segmento dei cruiser/racer. Il marchio ha venduto oltre 25.000 yacht a vela dal 1963 e occupa una solida posizione nel mercato nazionale: il 13% di tutti gli yacht a vela che navigano sulle acque tedesche viene dai cantieri DEHLER.

Completamento degli impianti di produzione

Nel 2008 nel cantiere di Greifswald viene inaugurato un nuovo capannone per il montaggio finale di yacht Premium di oltre 55 piedi. Con il nuovo edificio la HanseYachts AG risponde alla crescente domanda di yacht a vela e a motore di dimensioni sempre maggiori e incrementa le proprie capacità produttive per adeguarsi alle esigenze di un mercato in crescita.

Quotazione in borsa della HanseYachts AG

La HanseYachts AG viene quotata in borsa il 9 marzo 2007. È il primo costruttore di yacht tedesco a compiere questo passo e lo fa con un’offerta di acquisto di 2,3 milioni di azioni, di cui 1,5 milioni derivanti da un aumento di capitale e ulteriori 500.000 di proprietà dell’allora azionista di maggioranza e fondatore dell’azienda. La domanda di acquisto ha superato di gran lunga il quantitativo di azioni emesso.

Acquisizione del marchio di yacht a vela MOODY

Nel 2007 al marchio capostipite HANSE si aggiunge MOODY, che arricchisce la gamma di modelli con il concetto del deck saloon e un modello di yacht con pozzetto poppiero. Questo marchio di yacht a vela vanta una storia di quasi 200 anni.

Acquisizione del costruttore di yacht a motore FJORD

Nel 2005 HanseYachts AG acquisisce FJORD, primo marchio di yacht a motore a entrare nel portafoglio dell’azienda. I power boat di casa FJORD sono un cult per le loro prestazioni e il loro design iconico, caratteristiche inconfondibili di un marchio che esiste da oltre 50 anni.

Ampliamento della rete di distribuzione negli Stati Uniti e in Francia

Nel 2005 viene creata HanseYachts US LLC, la prima filiale estera, con cui l’azienda accede all’importante mercato statunitense. In Francia la distribuzione degli yacht a vela HANSE è affidata a un importatore generale con sede a Cannes, con cui l’azienda collabora ancor oggi.

Il primo yacht di serie HANSE di oltre 50 piedi

Ai saloni nautici di Genova e Amburgo viene presentato il primo yacht di serie del cantiere che supera i 50 piedi: il modello HANSE 531 conquista per le sue dimensioni, ma anche e soprattutto per gli interni, che per la prima volta Birgit Schnaase progetta in stile loft.

Prima innovazione di casa HANSE

Nel 1999 l’azienda sviluppa la sua prima soluzione innovativa: il modello HANSE 371. Il progetto nasce nello studio di judel/vrolijk & co., designer di yacht di fama mondiale, e riscuote un successo tale fra i velisti che la collaborazione con lo studio prosegue ancora adesso. Le forme moderne ed eleganti, il design funzionale, le linee slanciate e la particolare atmosfera di comfort di questo modello diventano da allora segni inconfondibili del marchio per tutti gli yacht di casa HANSE. Nel 1999 HANSE 371 viene premiato come “European Yacht of the Year”.

Presentazione di HANSE 291

Nel 1993, al Salone Nautico Internazionale di Amburgo, il cantiere presenta il primissimo yacht di serie, HANSE 291, con grande impatto sul mercato nautico. È il primo yacht dotato di serie di un fiocco autovirante e, al prezzo di 44.444 marchi tedeschi, risulta un vero campione di vendite non solo in Germania, ma anche in tutta Europa, in America settentrionale, in Australia e nel Sud-est asiatico.

Fondazione della HanseYachts

Nel 1990 nasce HanseYachts, cantiere navale nuovo e moderno. Facendo tesoro dell’esperienza del preesistente cantiere di costruzione e riparazione navale di Greifswald inizia a progettare e costruire yacht a vela a marchio HANSE, attingendo alla lunga tradizione artigianale e al know-how a 360 gradi nella costruzione di imbarcazioni.

La cantieristica navale vanta una lunga tradizione nella città di Greifswald e conosce il periodo di massima fioritura nel medioevo, al tempo della Lega Anseatica. Negli anni ’80, nel cantiere di costruzione e riparazione navale di Greifswald, attivo fino al 1990, viene costruita e varata l’ultima imbarcazione del tipo “Zeesboot”. Nel 1971 l’attività di riparazione delle imbarcazioni del VEB Boots- und Reparaturwerft viene trasferita alla Volkswerft Stralsund, mentre il cantiere di Greifswald si specializza in riparazioni, forniture e produzione di beni di consumo.

Nel 1953 il vecchio cantiere navale Buchholtz’sche Werft prende il nome di VEB Boots- und Reparaturwerft.

Nel 1911 Richard Buchholz acquista l’unico cantiere di Greifswald sopravvissuto al declino della navigazione a vela, ampliandolo nei successivi 40 anni. Alcune parti del cantiere si possono vedere ancora oggi all’interno museo portuale Museumshafens Greifswald e.V.. Tra il 1310 e il 1363, la Lega Anseatica vive il suo periodo aureo, e con essa la fiorente Greifswald che, entrata a far parte dell’alleanza nel 1278, è ancor oggi una città anseatica dedita alla navigazione e alla cantieristica navale. Agli inizi del XIII secolo, i lavoratori delle saline fondano un insediamento intorno al monastero di Eldena, da cui nasce Greifswald. Le saline in cui i fondatori dell’insediamento lavoravano si trovano ancora nell’area dell’odierno cantiere di HanseYacht. Da qui Caspar David Friedrich osservava il mare per dipingere le imbarcazioni del porto di Greifswald nel 1810. I suoi dipinti sono ancora oggi considerati una testimonianza dell’importanza della navigazione e della cantieristica navale a Greifswald.