Lo yacht con il simbolo della pecora

Per molti armatori, dare al proprio yacht un tocco personale è una questione di cuore. Benk e Jenny Boldt hanno reso unico il loro yacht a vela ispirandosi al loro motivo preferito. "Black Sheep" è tutto incentrato sulla pecora e attira sguardi curiosi ovunque vada. In un'intervista, i due nuovi arrivati alla vela ci hanno raccontato di più sulla loro insolita idea.

Da quanto tempo avete il vostro yacht e dov'è il vostro porto di ormeggio?

Il nostro Hanse 348 è stato battezzato a Greifswald in marzo 2019. In estate siamo a Hohe Düne a Warnemünde. Per noi, questo è il punto di partenza perfetto per varie gite in barca a vela sul Mar Baltico. Tuttavia, trascorre l'inverno a Kröslin.

Per cosa usate il vostro yacht e perché avete scelto questo modello?

È la nostra casa per le vacanze sul Mar Baltico nel fine settimana. Da aprile a ottobre trascorriamo insieme tutti i giorni liberi. È il luogo perfetto per dimenticare la vita di tutti i giorni e rilassarsi. Il 348 ha le dimensioni giuste per il nostro equipaggio di due persone. Offre spazio sufficiente per tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Per esempio, questa estate 2020 con il Corona, all’inizio della stagione abbiamo imparato ad utilizzare e ad amare il nostro bagno, perché nello Schleswig-Holstein, le docce della marina erano chiuse.

In quanto nativi di Greifswald, ci è stato chiaro sin dall'inizio che sarebbe stato preso in considerazione solo un Hanse. Finora non ci siamo pentiti di questa decisione. Sia per il confort che per le prestazioni eccezionali. L'obiettivo è in qualche modo sorpassare le altre barche e non essere l'ultimo a entrare in porto (ride).

 

A prima vista, uno yacht a vela ha poco a che fare con una pecora. Come avete trovato il nome "Black Sheep" e come avete abbinato il design dello yacht al nome?

Ci siamo imbattuti per caso nel nome e l'abbiamo trovato adatto alla nostra barca. Dopo dieci anni di navigazione a motore, abbiamo osato cambiare ed entrare in un nuovo territorio. Quindi eravamo come una "pecora nera" tra tanti marinai esperti.

Di cosa siete particolarmente orgogliosi?

Il passaggio dalle barche a motore alla vela è stato relativamente facile per noi. Siamo felici quando riusciamo a conquistare le forze della natura, sfruttando il vento e l’acqua e a far si che la barca segua il nostro ritmo. Siamo anche orgogliosi quando altri diportisti ci parlano con entusiasmo della nostra pecora o quando i bambini si fermano e mostrano ai loro genitori la nostra pecora con un sorriso sui loro volti.

Quali altri accessori avete a bordo e da dove proviene l'attrezzatura?

<pMolte cose a bordo hanno il nostro logo della pecora. Questo non si ferma al guardaroba. Gli accessori stampati sono tutti di "Fender Design". Abbiamo già sfruttato ogni sorta di idee. Nel caso del font come per esempio, il nostro logo o l'abbigliamento del team, abbiamo il vantaggio di casa con "Schulz Werbung" di Greifswald.</p>

Avete tutto sottocoperta con il design della pecora?

Se qualcuno ora pensa che una pecora stia sorridendo sulle lenzuola o sugli asciugamani, dobbiamo purtroppo deluderlo (ride). In alternativa però, si nascondono ovunque piccoli dettagli che ci regalano una perfetta oasi di benessere. In bagno c’è la paperella di gomma travestita da pecora, e la pecora di peluche ci aspetta ogni settimana sul divano.

Quali sono i vostri prossimi obiettivi?

Questa estate volevamo esplorare le coste della Danimarca e la sua capitale Copenaghen. Sfortunatamente, il piano non è riuscito a causa del Corona. L'anno prossimo abbiamo in programma un bel viaggio lungo la costa svedese e attraverso l'arcipelago fino a Stoccolma. Artisticamente abbiamo già sfruttato molte idee, ma qualcosa ronza ancora nelle nostre teste, come per esempio un gennaker rosa con una pecora.

Segui i marinai e la "Black Sheep" su Instagram @syblacksheep